Natale si avvicina e anche noi di Kymaera Edizioni ci stiamo preparando con un po’ di novità libresche, per grandi e piccini. La prima? Il ritorno di Bonifacio Vincenzi con L’apprendista Babbo Natale, una favola che fa riflettere e sorridere, che tratta un tema delicato ma con grande semplicità. Un’opera completata dai meravigliosi disegni dell’illustratrice Germana Di Rago e dalla versione inglese tradotta da Michela Ippoliti. Tutto questo, ve lo presentiamo in anteprima, attraverso le parole di Bonifacio.

Come è nata l’idea per L’apprendista Babbo Natale?

Partiamo dal fatto che per me scrivere è da sempre una necessità. Molte possono essere le ragioni di questa mia particolare esigenza. Certo, non scrivo per apparire. Cerco solo di capire, di dare un barlume di senso a una vita che viene percepita da me stesso e dagli altri ancora in modo assurdo. Mi è capitato di seguire un programma televisivo. Non ricordo il titolo, non ricordo quasi nulla. Quello che mi è rimasto impresso è stata l’affermazione di una ragazza down che rivendicava il diritto di essere considerata semplicemente una ragazza, con i suoi pregi e i suoi difetti, ma solo e semplicemente una ragazza. Una rivendicazione piuttosto ovvia soprattutto alla luce della semplicità con cui veniva espressa. Penso che in me L’apprendista Babbo Natale, anche se inconsapevolmente, sia nato nel preciso istante in cui quella ragazza rivendicava questo suo diritto.

Nicolaus, il protagonista di questo racconto di Natale, è un bambino molto speciale. Ce lo vuoi brevemente presentare?

Il piccolo Nicolaus agli occhi di Babbo Natale è un bambino sensibile, affettuoso, gioioso e che riesce a voler bene a tutti. Queste sono delle buone motivazioni per giustificare una sua scelta piuttosto importante. Sarà proprio il piccolo Nicolaus che dovrà un giorno, quando Babbo Natale sarà troppo vecchio, prendere il suo posto. Sarebbe troppo semplicistico, però, limitarmi solo a queste considerazioni. È chiaro che ho scritto questa storia per sottolineare alcune cose a cui tengo molto e che qui non anticiperò. Ritengo, infatti, che chi scrive debba necessariamente parlare solo attraverso la sua scrittura e non debba in nessun modo cercare di condizionare la libertà dei propri lettori.

In questo racconto tu affronti degli argomenti molto delicati. Non temi di essere in qualche modo frainteso?

Ho scritto questa storia per i bambini, cioè per delle creature che hanno una sensibilità incontaminata. Da loro non posso temere nulla. Non mi giudicheranno per gli argomenti che ho trattato anche perché c’è ben poco da giudicare. Guarderanno solo la qualità della storia. Se a loro la storia piace diranno che sono bravo. Se invece non piace diranno che non sono bravo. Una valutazione elementare ma piuttosto efficace e veritiera. Le insidie potrebbero venire dal mondo degli adulti. Non da tutti gli adulti. Ma da una minoranza abituata ad indignarsi sempre e comunque.

Oltre al piccolo Nicolaus e a Babbo Natale c’è in questo racconto qualche altro personaggio a cui sei legato particolarmente?

Sicuramente a Strauss, l’angelo custode di Nicolaus. È un personaggio divertentissimo che credo piacerà molto ai bambini. È imprevedibile, pasticcione ma tanto simpatico.

Cosa ci puoi dire, invece, delle illustrazioni di Germana Di Rago?

Con Germana è il quarto lavoro che facciamo insieme. Con lei mi trovo molto bene perché ha una grande capacità di tradurre in immagini i momenti fondamentali della storia. Anche questa volta ha fatto un ottimo lavoro realizzando delle immagini bellissime e significative.

Cosa ti aspetti da questa nuova pubblicazione?

Spero che il libro piaccia soprattutto ai bambini. È per loro che l’ho scritto. Ed è giusto che io mi affidi totalmente a quello che sarà il loro giudizio. Per quanto mi riguarda posso solo dire che sono stato davvero felice di averlo scritto.

L’apprendista Babbo Natale sarà disponibile online dal 25 novembre, ma potete già scaricarne un’anteprima sia sulla pagina della collana Ebe sia nella versione inglese a questa pagina.

A Natale regalatevi una favola: Bonifacio Vincenzi torna a Kymaera con “L’apprendista Babbo Natale”
Tag:                     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continua a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi