Bagnasco Renzo

BagnascoRenzo Bagnasco è nato a Genova Prà nel 1932. È vedovo e pensionato, padre e nonno. Ha lavorato come responsabile tecnico per una multinazionale che ha costruito un po’ in tutto il mondo. La sua passione per il mare lo ha portato ad aderire ai “Fratelli della Costa”, l’Associazione mondiale che riunisce tutti quelli che amano il mare nelle sue varie sfaccettature. È attivo presso la “Tavola di La Spezia”. Ha cominciato a scrivere invogliato dall’amico Vito Elio Petrucci, l’ultimo grande poeta e cantore di Genova. La curiosità di ricercare, conoscere e apprendere ha caratterizzato il suo vivere; ha praticato la tolleranza ed è convinto che sbagliare sia privilegio riservato a chi opera. Tiene la rubrica “Gargantua” sul mensile Il Mare. Ha pubblicato: Genova (Guide De Agostini – 1989), La tavola ligure (Artes, 1991), Il Bel Navigare (Sagep, 1994), A tavola (Sagep, 1995), La raxone de la Pasca (Le Mani, 1997), Natale in Liguria (Sagep, 1998), Il mangiar bene (Mursia, 2007), Liguria amore mio (Mursia, 2009).

Con Panesi Edizioni ha pubblicato Gargantua. Idee per cucinare (2015) e La vera cuciniera genovese… oggi (2017).

Renzo Bagnasco: passione per la cucina e per la sua Liguria

“Gargantua. Idee per cucinare”: inauguriamo la collana di cucina con le ricette di Renzo Bagnasco‬

Rassegna stampa Gargantua. Idee per cucinare

Baroni Giulia

Giulia BaroniGiulia Baroni, classe 1984, ragioniera e bancaria, si è sposata il 24 settembre 2011, è diventata mamma per la prima volta il 24 agosto 2012, è diventata bis-mamma il 24 agosto 2014 e ha due cani. Ritiene che:

– il 24 le porti fortuna;

– i giardini senza bimbi e senza animali siano posti un po’ tetri;

– ogni essere umano dovrebbe leggere il libro Cecità di Saramago.

Con Panesi Edizioni ha pubblicato Cenere (2015).

Una vita per la famiglia e per gli animali: lei è Giulia Baroni, il suo e-book è “Cenere”

CENERE, la causa animalista è protagonista del nuovo e-book di Giulia Baroni

Rassegna stampa Cenere

Denise Inguanta recensisce “Cenere” di Giulia Baroni

“Cenere” nel Salotto dei libri

Belotti Sara

s_belottiSara Belotti è nata il 14 Settembre 1993 a Ponte San Pietro, in provincia di Bergamo. Cresciuta a Entratico, ora vive a Casazza, sempre nel bergamasco. Diplomata all’istituto tecnico agrario “Mario Rigoni Stern” di Bergamo, ora è impiegata nell’impresa di famiglia “Giò-Casa di Belotti Giovanni”. Scrive da che ha memoria. Il suo più grande sogno è quello di raggiungere il cuore delle persone grazie alle sue storie.

Con Panesi Edizioni ha pubblicato M121 (2014).

Una giovane promessa della narrativa italiana: Sara Belotti e il suo “M121″

È uscito M121, esordio della giovanissima Sara Belotti

Rassegna stampa M121

La parola ai lettori – M121

M121 a Crisalide, su RadioVortice

Birch Artemisia

BirchArtemisia Birch, nata ad Alba (CN) il 18/03/1973, vive e lavora nel cuneese; insegnante e naturopata, è appassionata di cultura celtica e studiosa di Magia Verde. La porta tra i mondi è il suo romanzo d’esordio, primo capitolo di una saga dedicata ai Sapienti di Wise.

Con Panesi Edizioni ha pubblicato La Saga di Wise – La porta tra i mondi (I-II) (2015-2016).

Artemisia Birch: tra erbe, natura e arte, vi presentiamo l’autrice del nostro primo fantasy

Scrivere è… la parola agli autori #8

Arriva il nostro primo fantasy: La Saga di Wise di Artemisia Birch!

Rassegna stampa La porta tra i mondi 

Il ritorno di Artemisia e la sua “Saga di Wise”

Bortone Luca

BortoneLuca Bortone è nato nel 1986 a Lugano, in Svizzera. La passione per la lettura è esplosa solo verso i quindici anni, quando, d’impulso, dalla libreria in salotto ha sfilato Iceberg di Clive Cussler. Da allora cerca di ritagliare ogni giorno del tempo da dedicare alla lettura di un thriller o di un romanzo d’avventura, al ritmo di circa uno a settimana. La voglia di scrivere e raccontare storie è figlia più tardiva di questa sua passione sfrenata per i libri. L’anno trascorso come redattore presso l’Illustrazione Ticinese, un’importante rivista della Svizzera Italiana, lo ha aiutato ad affinare le capacità di scrittura e perfezionare la tecnica narrativa. Successivamente è arrivata la vittoria, grazie all’opera Carità Dissanguata (2012), di un concorso letterario dedicato ai racconti noir, poi un Credit Suisse Award for Excellent Writing assegnato a un suo editoriale sulla vita in carcere, elaborato nel 2012, quando ricopriva la carica di vicedirettore del giornale universitario indipendente L’universo. Oltre alle parole lette e scritte, nutre una vera attrazione per l’acqua. Mare, lago, fiume, piscina: poco importa, basta che esista la possibilità di tuffarsi per godersi un bel bagno. Sarà per questo feeling intenso che, sin dall’età di 10 anni, ha scelto di praticare con costanza uno sport insolito, duro, ma eccezionale e unico: la pallanuoto. Con la squadra della Lugano Pallanuoto ha vinto almeno un titolo nazionale svizzero per ogni categoria, dagli Under 11 fino alla serie A. Per non allontanarsi troppo dal suo elemento naturale, ha inoltre ottenuto sia il diploma da istruttore di nuoto e pallanuoto sia il brevetto da sommozzatore. Al momento sta studiando per conseguire la patente nautica. Da qualche anno, infine, si dedica anche alla fotografia reflex digitale. Non esiste gita, escursione o vacanza durante la quale non porti appesa al collo la sua fotocamera. Potete trovare ulteriori informazioni su Luca e sulle sue opere sul sito www.lucabortone.ch.

Con Panesi Edizioni ha pubblicato Land Grabbing (2014) e Per mia figlia (2017).

Arriva da Lugano con il suo thriller mozzafiato: è Luca Bortone

Rassegna stampa Land Grabbing

Finalmente in vendita Land Grabbing, thriller poliziesco dello svizzero Luca Bortone

La parola ai lettori – Land Grabbing

Land Grabbing di Luca Bortone recensito da È scrivere!

La Nouvelle Vague Magazine intervista Luca Bortone, autore di Land Grabbing

Contorni di Noir per “Land Grabbing”

Land Grabbing su 50/50 Thriller

Scrivere è… la parola agli autori #1

Luca Bortone: un secondo tuffo nell’ignoto (ma carico di speranze…)

Per mia Figlia: rassegna e la parola ai lettori

Bottini Ada

Ada BottiniAda Bottini è nata il 12/02/1939 e vive a Rapallo (Ge). Il lavoro di insegnante le ha suggerito spunti per scrivere racconti per l’infanzia. I dolori e le esperienze difficili della vita hanno trovato spazio nei racconti dove l’ironia mitiga e sdrammatizza il tema. Le poesie sono un percorso di autoconoscenza ed espressione dei vissuti più profondi. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo: Un mare… di parole(Compagnia dei Librai, Genova, 1995), Inventabimbi (Compagnia dei Librai, Genova 1997), Orcobaleno e compagnia bella (Compagnia dei Librai, Genova, 2003), A occhi aperti. Poesie (Compagnia dei Librai, Genova, 2010). Ha vinto diversi premi letterari: 1° premio “Arquà Petrarca” (1994) con Il Primario, 1° premio “Vivere il mare” (Santa Margherita Ligure, 1996) con Un mare… di parole, 1° premio “Zaccaria Negroni” (2003) per Orcobaleno, 1° premio “Cara Pace ti scrivo” (2005) con La mia guerra, 2° premio “Città di Tivoli” (2009) per Onda, Premio giuria Sant’Anna di Stazzema (2010) con La guerra inutile.

Con Panesi Edizioni ha pubblicato Risotto allo zafferano (2015).

Ada Bottini: racconti dalla Liguria

“Risotto allo zafferano”: i racconti di Ada Bottini per la nostra “Liguria da leggere”. Da oggi in tutti gli store online!

Rassegna stampa Risotto allo zafferano

Caruso Giacinta

Giacinta Caruso è nata al Lago Albano, vicino Roma, dove tuttora vive. È giornalista professionista. È stata cronista prima in un giornale locale, poi per una decina di anni in un quotidiano romano. Conclusa l’esperienza giornalistica, si è dedicata alla scrittura. Ha partecipato, vincendo, alla terza e ultima edizione del premio letterario “La Prairie: racconti di donna”, con il romanzo breve Aleyt. Nel 2005 ha scritto il thriller Il giardino delle delizie (le vicende del pittore fiammingo Bosch si intrecciano con una serie di delitti nella Londra dei nostri giorni) pubblicato dall’editore Flaccovio di Palermo. I diritti del romanzo sono stati venduti in Serbia, Repubblica Ceka e Russia. Successivamente ha scritto altri tre mistery dove, con la stessa formula, si ripercorre la vita dei pittori Van Eyck, Dürer e Rembrandt (quest’ultimo tradotto in lingua spagnola da un editore di Buenos Aires). Infine, Flaccovio ha pubblicato anche il suo quinto romanzo, dedicato al campione automobilistico Achille Varzi, l’eterno rivale di Nuvolari.

Con Panesi Edizioni ha pubblicato Il triangolo di Rembrandt (2014), La Camera Ardente (2015), La moglie di Van Eyck (2016) e Lost in the desk (2016).

Una vita per l’arte, una vita per l’amore: “Il triangolo di Rembrandt” finalmente online!

Rassegna stampa Il triangolo di Rembrandt

La parola ai lettori – Il triangolo di Rembrandt

“Il triangolo di Rembrandt” nella “Stamberga dei lettori”

“La Camera Ardente”: tornano i gialli storici di Giacinta Caruso. Scandali, omicidi e complotti alla corte di Luigi XIV

La Camera Ardente: alchimia, assassini, intrecci amorosi e complotti alla corte del Re Sole

Rassegna stampa La Camera Ardente

Scrivere è… la parola agli autori #9

Giacinta Caruso: misteri e omicidi tra passato e presente

Rassegna stampa La moglie di Van Eyck

La parola ai lettori – La moglie di Van Eyck

“Lost in the desk”: il nuovo avvincente romanzo di Giacinta Caruso

Rassegna stampa Lost in the desk

Lost in the desk: recensione a cura di Gianteo Bordero

Cascone Anna

Anna CasconeAnna Cascone, classe ’84, dopo la laurea in Lingue e Letterature Straniere presso l’Università degli Studi di Napoli l’Orientale, ha frequentato diversi corsi e seminari sul mondo della traduzione e dell’editoria. Dopo essersi occupata di traduzioni tecniche per conto di varie agenzie sul territorio nazionale, scopre che la sua vera vocazione è la traduzione letteraria, che la porta a tradurre testi di saggistica e narrativa dal francese e dall’inglese per conto di vari editori. La passione per i libri l’ha portata a diventare consulente letterario freelance per agenzie editoriali e case editrici, occupandosi di leggere manoscritti, correggere bozze, redarre prefazioni e quarte di copertina. A tali attività accosta quella di docente di lingue presso scuole pubbliche e private.

Per Panesi Edizioni ha tradotto Storie di numeri di tanto tempo fa di D. E. Smith (2015) e Le porte dell’inferno di Maurice Level (2017).

Anna Cascone traduce il nostro primo “Classico ritrovato”: ecco la nostra prima traduttrice!

“Le porte dell’inferno”: ritornano le traduzioni di Anna Cascone

Corticelli Mauro

corticelliMauro Corticelli è nato l’8 ottobre 1973 a Bologna. Amante appasionato del basket, lavora come responsabile dell’ufficio acquisti in un’azienda del bolognese. Ama i gialli, dai classici come Agatha Christie e Conan Doyle ai contemporanei Loriano Macchiavelli e Vázquez Montalbán. Nel suo mp3, invece, si trovano Jovanotti i Subsonica e i Baustelle. Le sue passioni: oltre alla pallacanestro, viaggiare e girare per i mercatini dell’antiquariato, soprattutto modernariato e vintage. Ha pubblicato il noir Hannover Dream nel 2015 e il romanzo Prigionieri nel 2016, entrambi con Pendragon Edizioni.

Con Panesi Edizioni ha pubblicato Nescafé Frappé (2014).

Mauro Corticelli, il primo autore di Kymaera Edizioni

Mauro Corticelli e Nescafé Frappé a Bologna Inside

È arrivato Nescafé Frappé

Rassegna Nescafé Frappé

La parola ai lettori – Nescafé Frappé

Scrivere è… la parola agli autori #4

Del Debbio Alessio

DelDebbioAlessio Del Debbio, viareggino doc classe 1981, alle medie recitava già Lo Hobbit a memoria. Negli anni frequenta diversi corsi di scrittura creativa e nel 2015 organizza la rassegna “Un libro al tramonto – Aperitivi letterari al Bagno Paradiso” assieme alla collega scrittrice Elena Covani, a Viareggio. Nel 2007 si classifica sesto al Concorso Nazionale Letterario Avis di Poesia e Narrativa del Comune di Capannoli (Pisa), con la poesia Ombre. Nel 2010 pubblica Oltre le nuvole – Storie di Amici, per Sovera Editore, con cui ottiene tre riconoscimenti a premi letterari. I suoi racconti entrano a far parte di varie raccolte letterarie tra cui Primavera di Racconti (2015), tratta dall’omonimo concorso organizzato da Panesi Edizioni di cui è stato eletto vincitore con il racconto La donna di fuoco.  Nel 2015 inizia a collaborare con il portale Lande Incantate, scrivendo recensioni e articoli sui licantropi e sui romanzi fantasy italiani. A fine 2015 esce il romanzo breve Anime contro, con Cinquemarzo Edizioni di Viareggio.

Con Panesi Edizioni ha pubblicato Favola di una falena (2015).

Alessio Del Debbio: il vincitore di “Primavera di Racconti” torna con il suo nuovo romanzo, “Favola di una falena”

“Favola di una falena”: la storia infinita di Alessio Del Debbio

Rassegna stampa Favola di una falena

Duma Sergio L.

dumaSergio L. Duma è nato e vive a Galatina (Lecce). Si occupa di Letteratura Inglese e Americana e si ritiene influenzato dalla corrente letteraria Avant-Pop. Ha pubblicato racconti per Besa Editore, Coniglio Editore, Giulio Perrone Editore, EF Edizioni, il romanzo Tempi Terribili (Libro Aperto International Publishing, 2012), la raccolta di racconti Il Mondo dei Sogni (Teomedia, 2014), i romanzi Isteria.Com(Inspired Digital Publishing, 2015), Scorpio Baby Rose (Eretica Edizioni, 2015) e la raccolta di racconti I Libri degli Incubi (Teomedia, 2015).

Con Panesi Edizioni ha pubblicato Campo di Concentramento Senza Lacrime (2016).

Sergio L. Duma: fantasie folli e visionarie per un thriller (ma non solo) che vi toglierà il sonno…

“Campo di Concentramento Senza Lacrime”: benvenuti nel Regno dell’Ansia…

Rassegna stampa

Benvenuti a Twin Peaks…

Evangelista Giovanna

Giovanna EvangelistaGiovanna Evangelista è nata a Napoli nel 1996. Ha frequentato il liceo Classico G. Garibaldi e attualmente segue il corso di studi di Biotecnologie per la Salute alla Federico II. Le sue passioni sono il rapper americano Eminem, il mare, la pizza e, ovviamente, i libri. Al di là della cornice è la sua seconda opera pubblicata.

Con Panesi Edizioni ha pubblicato Al di là della cornice (2016).

Giovanna Evangelista: zucchero filato all’arsenico

“Al di là della cornice”: finalmente online il nuovo e-book di Giovanna Evangelista

Rassegna stampa Al di là della cornice

La parola ai lettori – Al di là della cornice 

Farlandi Isa
Isa Farlandi è uno pseudonimo.

Con Panesi Edizioni ha pubblicato Immago (2017).

“Immago”: un nuovo horror per la nostra collana Extreme

Fogliati Laura

fogliatiLaura Fogliati è nata nell’aprile del 1967 a Chiavari, in provincia di Genova. Vive e lavora in una piccola cittadina del Levante Ligure. Affascinata dalla forza e dalla magia della parola, si è appassionata alla lettura fin da giovanissima e, in seguito, alla scrittura. Il suo esordio narrativo è rivolto ai ragazzi.

Con Panesi Edizioni ha pubblicato Oltre le nuvole. Martina e il Paese dell’Arcobaleno (2016).

“Oltre le nuvole”: nel Paese dell’Arcobaleno con Laura Fogliati

La parola ai lettori – Oltre le nuvole

Ivaldi Armando Fabio

Armando F. IvaldiArmando Fabio Ivaldi ha compiuto i suoi studi formativi tra Genova, Firenze, Bologna e poi fra Londra e Parigi, laureandosi in Lettere (Storia del Teatro e dello Spettacolo) nel 1973 e quindi in Storia dell’Arte (indirizzo medievale-moderno) nel 1976, mentre nel 1980, su richiesta dell’Université Paris-Sorbonne (Paris IV), entrò a far parte, come membro titolare, dell’Organisation Internationale des Experts con sedi a Parigi e Ginevra. Nel 1989 ha ottenuto l’idoneità a professore associato di seconda fascia per Storia del Teatro e dello Spettacolo, ma non ha poi intrapreso la carriera universitaria per motivi familiari. Ha collaborato e collabora con vari enti culturali, alcuni teatri e librerie antiquarie-case d’asta. Nel 2012, per iniziativa dell’Istituto Italiano di Cultura di Zagabria, ha contribuito alla realizzazione del film-documentario Il vate di Dubrovnich. Ruggiero Giuseppe Boscovich prodotto dalla Radiotelevisione Croata (Hrtvatska Radiotelevizjia). Pubblica solo su riviste specialistiche di Storia dell’Arte, di Musicologia e di Studi e Ricerche sulla danza o in volumi nati da convegni e seminari internazionali di studio. Ancora molto giovane (1974) è stato uno degli iniziatori non solo della riscoperta della scenografia e della scenotecnica fra il secolo XVI e il XIX ma anche della nascita degli studi sugli “apparati effimeri” barocchi. Alcuni suoi lavori si considerano ormai delle pietre miliari anche a distanza di tempo. Per indicazioni e notizie più specifiche sulla sua produzione scientifica, si può consultare il sito personale www.operadance.com, e il profilo curato dalla Società Italiana di Musicologia, www.sidm.it, con il nominativo dell’autore.

Con Panesi Edizioni ha pubblicato “Avrò tregua a dì sì gravi?”. Opera e ballo a Genova durante la Restaurazione (1816-1848) (2016).

Una vita con l’Arte, una vita per l’Arte “Opera e ballo a Genova durante la Restaurazione”: quattro saggi dedicati alla scenografia genovese a cura di Armando F. Ivaldi

Lagomarsino Emanuele

Emanuele Lagomarsino nasce a Chiavari (Ge) il 18 marzo 1988 da Giorgio e Laura. Primo di due figli, si diploma Geometra e a ventitré anni inizia a guadagnarsi da vivere gestendo il distributore di carburanti di famiglia nell’entroterra chiavarese, tentando di scrivere le sue opere tra un cliente e l’altro o nei pochi momenti liberi della giornata. Tra i suoi hobby, oltre alla scrittura, gioca a calcio a livello dilettantistico, scia, nuota e legge più di cinquanta libri l’anno. Nel 2013 pubblica Cristalya (ripubblicato da Panesi Edizioni nel 2017) piazzandosi nei venti semifinalisti del Premio Bancarellino 2014. Nel 2015 pubblica Come un battito d’ali e si classifica al primo posto del Premio Francesco Dallorso di Lavagna (Ge) nel 2016. Sempre nel 2016 arriva finalista al Premio Descalzo di Sestri Levante (Ge). Negli anni ha raccolto diverse menzioni di merito in diversi premi nazionali.

Con Panesi Edizioni ha pubblicato Dieci racconti brevi (2017).

Venerdì col botto! Due e-book per due giovani scrittori

Emanuele Lagomarsino e i suoi “Dieci racconti brevi”

Dieci racconti brevi: rassegna stampa e la parola ai lettori

Lizzio Francesca

Francesca Lizzio nasce a Catania nel 1992, mix letale di sarcasmo e ironia. Una come tante, “o tutto o niente”. Per dare senso e ordine al suo groviglio interiore, nel 2015 ha aperto un blog, cuore di cactus, dove mette a nudo le sue spine e si racconta a lettori sparsi per tutta l’Italia. Per lei le parole non sono solo parole, ma sentimenti.

Con Panesi Edizioni ha preso parte all’antologia Oltre i media – Raccontalo con un film o una canzone (2016) e ha pubblicato Fiore di cactus (2017).

Franesca Lizzio: un piccolo fiore di cactus pronto a sbocciare per voi

Rassegna stampa e la parola ai lettori Fiore di cactus

Loria Marco

M. LoriaMarco Loria è nato a Roma il 26 ottobre 1954. Tra le sue pubblicazioni: Medicina e poesia (2011), collana di 66 poesie (33 in lingua e 33 in romanesco), Tre parole e… V.I.A. (2013), collana di 31 poesie. Ha partecipato a diversi concorsi nazionali nei quali ha raggiunto i seguenti migliori piazzamenti: 4° posto su 662 al concorso sul mare indetto dalla rivista “Pagine” nel giugno 2008 con la poesia Contraddizioni di mare; 13° posto su 1118 al concorso “Gioacchino Belli” del dicembre 2014 con la poesia Spaghetti a la Parlamento; 72° posto su 982 al concorso indetto dalla casa editrice Orizzonti nel 2012 con la poesia Er progresso. È poeta ufficiale del sito www.romaforever.it.

Con Panesi Edizioni ha pubblicato A passo de cucina (2015).

A passo de cucina: le rime romanesche di Marco Loria

Magliulo Giovanni

Giovanni Magliulo è nato a Torre del Greco, in provincia di Napoli, nel 1987. Ha firmato diversi articoli per il blog di informazione indipendente La Formica Argentina e per il portale di viaggio TravelWeAre. Attualmente lavora come consulente nel campo dell’Information & Communication Technology.

Con Panesi Edizioni ha pubblicato Seven Dreams (2017).

Giovanni Magliulo e gli Altri Mondi del suo “Seven Dreams”

Rassegna stampa e la parola ai lettori: Seven Dreams

Malatesta Bruno

BMBruno Malatesta nasce a Camogli nel 1948. Dopo aver frequentato la Scuola Nautica della sua città, si imbarca come Ufficiale della Marina Mercantile. Nei suoi primi anni di lavoro ha la possibilità di avvicinarsi alle scienze astronomiche per determinare il punto nave stellare: da qui nascerà la grande passione per la gnomonica, la scienza delle meridiane. Negli anni Comandante, ad oggi Vice Presidente della celebre Società Capitani e Macchinisti Navali di Camogli per la quale, tra le altre attività, cura il sito web e organizza eventi per salvaguardare la tradizione marinara.

Con Panesi Edizioni ha pubblicato La Via delle Meridiane (2014).

Sui sentieri di Camogli insieme a Bruno Malatesta, autore di “La Via delle Meridiane”

Finalmente in vendita LA VIA DELLE MERIDIANE

Rassegna1/La Via delle Meridiane

Rassegna2/La Via delle Meridiane

Corfole e “La Via delle Meridiane”

Mastrantoni Giulia

Giulia MastrantoniGiulia Mastrantoni nasce a Frosinone nel 1993, si trasferisce a Udine, poi in Inghilterra, in Canada e (tra pochissimo) in Germania. Ufficialmente studentessa di Lingue, dedica il suo tempo alla scrittura. Dalle pagine dell’inserto “Scuola” del “Messaggero Veneto”, fino a svariati blog più o meno letterari, come “SugarPulp” o “Gli Scrittori della Porta Accanto”; quando ha qualcosa da ridire sul mondo, la pubblica su “Sconfinare”. Ha da poco iniziato a scrivere per “Berlino Cacio e Pepe Magazine”. I suoi racconti sono in svariate antologie; ha vinto il “Napoli Cultural Classic” sezione Narrativa Giovani nel 2015 e si è classificata seconda al “Premio Marudo” nello stesso anno. Speaker radiofonica per caso, nikonista per amore, ciocco-dipendente per vocazione, Giulia non sopporta il disfattismo. Sempre felice di fare le valigie, ha da poco trovato la sua anima gemella: un cucciolo che ha chiamato Spritz. Per Giulia il mondo è un’avventura da vivere. E se ci esce fuori un bel romanzo, tanto meglio.

Con Panesi Edizioni ha pubblicato Veronica è mia (2016).

Giulia Mastrantoni: grinta, talento e tanta voglia di scrivere!

Rassegna stampa Veronica è mia

“Veronica è mia”: pornografia dell’anima, grido di forza e di speranza, inno alla rinascita

La parola ai lettori – Veronica è mia

Messier Zera
Zera Messier, classe 1992, vive a Cesena. Diplomata in Design e progettazione, inizia presto la sua carriera letteraria. Del 2015 è il suo primo romanzo. Nello stesso anno la sua poesia Gewalt è inserita nell’antologia Ho conosciuto Gerico, tratta dal Concorso internazionale di poesia Premio Alda Merini. Ha partecipato al Premio nazionale di poesia Città di Castorano – XII edizione ottenendo la pubblicazione della canzone Guerriero di Alrescha e ha pubblicato un elaborato breve tramite l’autore Enrico Palandri, collegato alla partecipazione a un corso di scrittura.

Con Panesi Edizioni ha pubblicato La polvere nel cosmo (2017).

Venerdì col botto! Due e-book per due giovani scrittori

Zera Messier: nomade spaziale e abile tessitrice di destini

La polvere nel cosmo: rassegna stampa e la parola ai lettori

Orlando Chiara

 Chiara Orlando è nata a Torino il 18/07/90. Cresce a Grugliasco e studia presso i Liceo Socio-Psico-Pedagogico “M. Curie”. Attualmente studia Storia all’Università degli Studi di Torino e si impegna come volontaria presso l’associazione ONLUS “L’Isola Che Non C’è”, che offre laboratori creativi e momenti di divertimento a ragazzi diversamente abili.

Con Panesi Edizioni ha pubblicato Amore, musica e confetti (2017).

Gli amori, la musica e i confetti di Chiara Orlando: il nostro nuovo romance

Panzacchi Francesca

fpFrancesca Panzacchi si è laureata in Scienze Politiche all’Università di Bologna con una tesi su Goffman. Scrittrice e fotografa, ha ottenuto importanti riconoscimenti in ambito letterario. Direttore delle Collane Light e Blue della Ciesse Edizioni dal 2011 al 2013, ha collaborato con Il Resto del Carlino e ha pubblicato due audiolibri di fiabe per TreeBook Audioeditore. Con Ciesse Edizioni ha pubblicato La casa di Sveva (2010), Il Normanno (2011), la silloge poetica Sospiri (2011), Delitti al castello (2012), Le ricette del desiderio (2012), il libro fotografico D’ombra e di luce (2012) e Andrea contro Sveva (2013). Con Lite Editions ha pubblicato Il ritorno (2012) e Il bivio (2013). Con Eros Edizioni ha pubblicato Il desiderio di Giulia (2013). Con ErosCultura Amo amas amat, Tre è meglio di due e Il dolce di Natale. Con Milena Edizioni ha pubblicato L’alienato (2013), scritto a quattro mani con Vito Introna. Con Cavinato Editore International ha pubblicato la raccolta di fiabe D’amore e altre magie (2014). Con Edizioni Imperium il noir Diario di un delitto d’amore (2015) e Io non cedo (2015). Nel 2010 ha partecipato alla trasmissione radiofonica di Radio Uno RAI L’uomo della notte condotta da Maurizio Costanzo. Il suo racconto Adesso mi chiama è stato pubblicato nell’e-book Italians – Una giornata nel mondo curato da Beppe Severgnini (Rizzoli, 2008).

Con Panesi Edizioni ha pubblicato Goffman: la metafora drammaturgica e la comprensione delle interazioni sociali (2015).

Passano Paolo
Paolo Passano

Paolo Passano è nato a Genova il 18/11/1987. Gastronomo, si è laureato nel 2009 presso l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo (Cn), fondata dall’Associazione Slow Food, dove nel 2011 ha ultimato il master biennale in “Promozione e Gestione del Patrimonio Gastronomico e Turistico”. Ha pubblicato Slow Food en Ecuador (2009), ha partecipato a “Identità Golose – Congresso italiano di cucina d’autore” a Milano (anni 2008-2009) e ha scritto la Prefazione del libro La cucina dei Due Mondi (2010). Ha lavorato per l’Ufficio Internazionale di Slow Food, all’evento Cheese a Bra (Cn) e alla fiera del “Salone internazionale del Gusto e Terra Madre” a Torino. Dal 2010 è direttore e Chef dell’Azienda Agrituristica “La Bilaia” situata in Lavagna (Ge) che ha ottenuto riconoscimenti al Premio Leivi come “Miglior Uliveto” (2010 e 2012) e classificata al 2° posto per l’olio Extra Vergine DOP (2013).

Con Panesi Edizioni ha pubblicato Memorie di Futuro (2014).

Paolo Passano: a Lavagna con tutta la passione per la sua terra e la sua “Bilaia”

“Memorie di Futuro” di Paolo Passano da oggi online

Rassegna stampa Memorie di Futuro

Pollero Daniele

DanieleDaniele Pollero, pseudonimo di Daniele Pollero, nasce già vecchio e senza pensione per adeguarsi ai tempi. È glottoteta, filibustiere, pentecostale, pneumatologo, graduabile e ondivago, ma solo se fa curriculum. Non si spazzola prima di andare a dormire.

Con Panesi Edizioni ha pubblicato Chupa Chups! (2015).

Da redattore a scrittore: Daniele Pollero e il suo “Chupa Chups”!

“Chupa Chups!”: umorismo ed ironia nel nuovo e-book di Daniele Pollero

Rassegna stampa Chupa Chups!

Pullo Vanessa

Vanessa Pullo è nata a Crotone e vive a Chiavari (Ge). Ama esprimere e condividere le emozioni che la vita le regala.

Con Panesi Edizioni ha pubblicato All’improvviso… l’amore (2017).

Vanessa Pullo: innamorata della vita!

Rassegna stampa All’improvviso… l’amore

La parola ai lettori – All’improvviso… l’amore

Raciti Manuela

1Manuela Raciti nasce a Chiavari (Ge), nella Riviera Ligure, nel 1987. Svolge i suoi studi presso il Liceo Socio-Psico-Pedagogico della città, dove si scopre particolarmente portata per le materie umanistiche. Nel 2011 si trasferisce in provincia di Varese dove lavora come insegnante di sostegno nelle scuole elementari. Appassionata lettrice sin dalla più tenera età, ha cominciato a cimentarsi nella scrittura da qualche anno.

Con Panesi Edizioni ha pubblicato Un regalo pericoloso (2015), Guardami negli occhi (2016).

Manuela Raciti: tra animali, un fidanzato, la scuola… e un paio di pantofole dispettose!

“Un regalo pericoloso”, e-book alla “Piccoli Brividi” di Manuela Raciti

Rassegna stampa Un regalo pericoloso

Lettera D presenta “Un regalo pericoloso”

Scritturati… per “Un regalo pericoloso”!

La parola ai lettori – Un regalo pericoloso

Scrivere è… la parola agli autori #2

“Guardami negli occhi”: il ritorno a PE di Manuela Raciti

Rassegna stampa Guardami negli occhi

Romano Francesca Vera

FrancescaVeraRomanoFrancesca Vera Romano nasce a Venosa il 01/08/1982. Antropologa appassionata di scrittura e teatro, si avvicina poco più che ventenne alla poesia e al teatro assieme agli amici del circuito letterario e artistico romano che frequenta assiduamente. Va in scena con La Tempesta di Shakespeare al Teatro dei Satiri di Roma dove riscuote un grande successo. Alla continua ricerca di sperimentazioni letterarie, scomposizioni della parola, dissezioni spietate dell’animo umano, trova la sua espressione privilegiata nella poesia che definirà come “luminosa decodifica dell’assurdo”. La poesia è una liberazione, una catarsi in cui ogni parola diviene forma, ogni incognita dell’anima tende prepotentemente a comporsi in un continuum sinestetico di lucide visioni. L’anima è continuamente tesa in uno sforzo di significazione simbolica che diviene pura parola. E la parola diviene l’unica che domina i ritmi, i tempi e le pause, trascende la punteggiatura in una tensione continua verso la pura forma. Nel 2007 La sua poesia Settecento viene selezionata per essere inserita nell’antologia di poeti emergenti Navigando tra le parole da una giuria composta da poeti contemporanei la cui presidentessa è Alda Merini ed edita dalla casa editrice Nuova Clio Mursia. Incoraggiata da questo successo, continua nella scrittura sia di poesie che di monologhi per il teatro, uno dei quali viene selezionato per essere messo in scena al Vulcanica Live Festival di Rionero in Vulture, importante rassegna di musica, cinema e teatro che ha ospitato grandi nomi della musica d’autore come Stefano Bollani, Giovanni Allevi, Ludovico Einaudi e il premio Oscar Nicola Piovani. Ha pubblicato per il gruppo L’Espresso tre raccolte di poesia: Raccolti di Fiori(2012), De Errore (2013) e Ore di Silenzio (2014).

Con Panesi Edizioni ha pubblicato Bambina (2016).

Francesca Romano, poesia del nostro tempo

Ruggeri Lorenzo

Lorenzo Ruggeri (Bergamo 1987 – luogo ancora da destinarsi, speriamo il più tardi possibile) è un giovane scrittore e sceneggiatore italiano. Laureatosi presso l’Università di Bergamo, ha successivamente conseguito un Master in scrittura e produzione per il cinema e la fiction all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, arrivando, negli anni, a collaborare sia con Lux Vide (Don MatteoUn Passo dal Cielo) che con Mediaset. Nel 2013 si aggiudica il premio, come terzo classificato, per la stesura di una sceneggiatura inedita, al festival “Le 4 giornate del cinema di Napoli”. Il Cavaliere di Bronzo è il suo primo romanzo per ragazzi, un’opera divertente, figlia dei miti fantasy classici, nata da un’idea ben precisa: imparare, divertendosi.  Perché diciamocelo, la scuola è importante, ma se tra una lezione e l’altra ci fosse anche un drago che sputa fuoco, sarebbe meglio, no?

Con Panesi Edizioni ha pubblicato Il Cavaliere di Bronzo (2017).

Lorenzo Ruggeri e il Cavaliere di Bronzo

Il Cavaliere di Bronzo: rassegna stampa e la parola ai lettori

Stella Aurora

StellaAurora Stella è nata a Roma nel 1970, ha vissuto tutta l’infanzia e la giovinezza in un quartiere periferico di Roma: il Prenestino Labicano. Diplomata al Liceo scientifico “Tullio Levi Civita”, segue la sua passione per le scienze e si iscrive alla facoltà di Scienze Biologiche. Ha iniziato a muovere i primi passi nel mondo della lettura e della scrittura creando e distruggendo mondi interi, visitando pianeti e tornando indietro nel tempo o andando avanti nel futuro. Sperava di diventare un divulgatore scientifico come Piero Angela, ma dovette abbandonare gli studi e dedicarsi al mestiere di mamma, tralasciando per un periodo la scrittura ma non la lettura e portando avanti la sua passione per la pittura e le arti decorative in generale. Si trasferisce a Gallicano nel Lazio nel 1992 ed inizia ad adottare gatti e cani abbandonati. Oggi ha 21 gatti e 2 cani. Il suo primo esordio letterario Onirica, nasce da racconti notturni creati intorno al fuoco di bivacco, durante la sua lunga esperienza con gli Scout. Il successivo libro E vissero? Fiabe Horror e dintorni, pubblicato dalla Casa editrice EUS nella versione cartacea e in e-book da Panesi Edizioni, conclude la fase horror della scrittrice.

Con Panesi Edizioni ha pubblicato E vissero? Fiabe horror e dintorni (2015).

Aurora Stella, la prima autrice del 2015 per Panesi Edizioni

Esce oggi “E vissero? Fiabe horror e dintorni” di Aurora Stella

Rassegna stampa “E vissero? Fiabe horror e dintorni”

La parola ai lettori – E vissero?

Tele Iblea intervista la nostra Aurora Stella

Soncina Daniela

Daniela SoncinaDaniela Soncina è nata a Chiavari (Ge) il 19 giugno 1962. Diplomata all’Istituto G. Caboto come segretaria d’amministrazione, è casalinga e vive a Lavagna (Ge). Sposata nel 1985 con Giuseppe Podestà, ora vedova, è madre di due splendidi figli: Francesca e Roberto. Scrive per piacere personale, per far fluire dal cuore emozioni da condividere con altri. Oltre a quello della scrittura, Daniela ha l’hobby della fotografia, ama passeggiare nel verde, cucinare per amici e famigliari e leggere. È membro dell’associazione culturale lavagnese Agorà che ha lo scopo di proporre la conoscenza della cultura sociale attraverso contatti tra persone, eventi e associazioni per una crescita umana e civile. È anche consigliere dell’associazione A.K.W.O. che si occupa attivamente di promuovere lo sviluppo della ricerca nel settore delle neuroscienze istituendo borse di studio e lavoro a favore di ricercatori e mediante lo svolgimento di convegni, seminari, corsi di aggiornamento e formazione in collaborazione con l’Università degli studi di Genova.

Con Panesi Edizioni ha pubblicato Piccole storie quotidiane (2016).

“Piccole storie quotidiane”, storie di tutti noi. L’esordio di Daniela Soncina

Rassegna stampa Piccole storie quotidiane

Tenani Nicola

Nicola TenaniNicola Tenani nasce a Ferrara nel 1968 e negli anni coltiva le sue tre principali passioni: la musica, la fotografia, la scrittura. Da anni scrive recensioni musicali spaziando su vari generi, amando il lato etnico e culturale, storico e folkloristico della musica, e questo lo ha appassionato nei suoi viaggi e spinto ad entrare nel profondo delle culture con cui è venuto in contatto. L’amore per l’India si tramuta nel tempo, in vari viaggi, nell’amore ancor più grande per l’India dravidica. Nel Sud indiano (soprattutto Kerala e Tamil Nadu) ha trascorso lunghi periodi a contatto con la popolazione locale dalle coste sino al profondo delle foreste, una sorta di viaggio/ricerca tra culture, cibi, natura che si tramuta presto nel cercare di rendere la sua permanenza fotografica prima, letteraria poi. Le fate del Travancore, vuole essere il primo di tre viaggi letterari dedicati al Kerala: ora il Travancore, in seguito il Malabar ed il Kerala inteso non come stato attuale ma come antica terra a nord, verso le foreste dei monti del Gath, verso il Karnataka. L’amore nato, fiorito, coltivato lo porta a ricevere, durante un importante festival di danza e musica classica nella città di Palakkad, il Golden Shawl, lo scialle tipico nei colori keraliti, bianco ornato d’oro, e il titolo onorifico di sree.

Con Panesi Edizioni ha pubblicato Le fate del Travancore (2016) e Le fate del Malabar (2017).

Nicola Tenani, con l’India nel cuore e nei suoi racconti

“Le fate del Travancore” di Nicola Tenani finalmente online!

Rassegna stampa

La parola ai lettori – Le fate del Travancore

Tranfici Annarita

Annarita TranficiAnnarita Tranfici, napoletana di nascita, londinese d’adozione, è laureata in Lingue e letterature moderne. Lavora come editor e traduttrice freelance. Si occupa in particolare della traduzione di cataloghi commerciali, brochures, racconti e brevi romanzi da e verso l’inglese, il francese e lo spagnolo. Un’attività non priva di difficoltà e frustrazioni, ma che non manca mai di regalare impareggiabili soddisfazioni. Da più di due anni scrive articoli tecnici in inglese inerenti la grafica e il Web Design su “Sitepoint”. Collabora come redattrice di contenuti ad un magazine online inglese che tratta temi quali viaggi, salute, spiritualità, storie di successo, “Uvadahlia Magazine”; cura una rubrica culturale intitolata Phenomena per il network SociArt Network e la sezione Londra, e scrive articoli per “Vesuvio Live”. Nel tempo libero si dedica alla creazione di contenuti per il blog-magazine In Nomine Artis – Il Ritrovo degli Artisti, un progetto volto a dare all’Arte – e a tutte le sue espressioni – uno spazio in cui potersi manifestare liberamente. In un momento così delicato per tutto il settore culturale italiano, questo ritrovo virtuale si ripropone di dare spazio, ascolto e visibilità a tutti coloro che hanno fatto dell’Arte una filosofia di vita, a tutte quelle persone che un mondo senza Arte proprio non riuscirebbero ad immaginarselo. Partecipa a contest e gare letterarie di narrativa e poesia, partecipazioni che le hanno regalato non poche soddisfazioni grazie alla pubblicazione di numerosi racconti in antologie curate da diverse case editrici.

Per Panesi Edizioni ha tradotto Le anime bianche di F. H. Burnett (2015).

“Le anime bianche” di F.H. Burnett, tradotto per la prima volta in Italia da Annarita Tranfici

Rassegna stampa Le anime bianche

La parola ai lettori – Le anime bianche

Tresconi Daniela

Daniela Tresconi nasce a La Spezia nel 1965. Vive e lavora ad Arcola, una cittadina della Vallata del Magra. È dipendente di un ente pubblico e iscritta all’Ordine dei Giornalisti. Collabora dal 1999 con “Il Secolo XIX” per la redazione spezzina. Fa parte dell’Associazione culturale toscana “Nati per scrivere”, con la quale collabora ad iniziative per la promozione e la divulgazione della cultura. Il suo racconto Il piccolo faro è entrato a far parte dell’antologia Sognando (Panesi Edizioni, 2016) realizzata per una raccolta fondi in favore delle popolazioni terremotate del Lazio.

Con Panesi Edizioni ha pubblicato La linea del destino (2017).

Daniela Tresconi: da Arcola la prima autrice del 2017

“La linea del destino” finalmente online!

Rassegna stampa La linea del destino

La parola ai lettori – La linea del destino

Vasaperna Giorgia

vasapernaGiorgia Vasaperna è nata a Catania il 26 aprile del 1996. Fin da piccola la sua più grande passione è stata la letteratura. Attualmente studia Lingue per la comunicazione internazionale presso l’Università di Catania.

Con Panesi Edizioni ha pubblicato Like Lions (2015) e Only The Winds (2017)

Giorgia Vasaperna: giovane promessa del fantasy italiano!

“Like Lions”, primo capitolo della trilogia urban fantasy della giovanissima Giorgia Vasaperna

Rassegna stampa Like Lions

La parola ai lettori – Like Lions

Tra un impegno e l’altro: il ritorno del fantasy di Giorgia Vasaperna

Villaggio Elisabetta

EVillaggioElisabetta Villaggio ha studiato Filosofia all’Università di Bologna e Cinema e Televisione a Los Angeles alla USC (University of South California). Ha lavorato in televisione come assistente alla regia, regista, autrice e consulente per programmi Rai, Mediaset, La7. Ha realizzato due cortometraggi. Uno dei due, Taxi, è stato selezionato alla “Mostra del Cinema” di Venezia. Ha scritto alcune sceneggiature e ha diretto il film Luna e le altre e ha realizzato il documentario Paolo Villaggio: mi racconto, selezionato all'”ArtDocFest” di Roma nel 2010. Insegna alla RUFA (Rome University of Fine Arts) nel Dipartimento di Cinema. Collabora e ha collaborato con alcuni giornali e riviste cartacee e on line. Il testo teatrale Marilyn, gli ultimi tre giorni ha vinto il premio “Donne e teatro – XI edizione” come Opera Prima ed è stato pubblicato dalla casa editrice Borgia. L’opera è andata in scena sotto la sua regia nella stagione 2011-2012. Ha scritto anche Marilyn: un intrigo dietro la morte, pubblicato da Bonanno Editore nell’ottobre 2012, di cui ha anche curato la regia per la messa in scena del dicembre 2012. Ha scritto la mise en scene Io sono Virginia, in scena da maggio 2013. Ultima pubblicazione in ordine cronologico è il romanzo Una vita bizzarra, pubblicato ad ottobre 2013 da Città del Sole Edizioni.

Con Panesi Edizioni ha pubblicato Marilyn, gli ultimi tre giorni(2014) e la versione inglese Marilyn, the last three days (2016).

Un’ospite speciale per Kymaera Edizioni: Elisabetta Villaggio ci regala gli ultimi giorni di Marilyn Monroe

Rassegna stampa Marilyn, gli ultimi tre giorni

“Marilyn, gli ultimi tre giorni”, online l’e-book di Elisabetta Villaggio

“Marilyn” recensito da Simona Scravaglieri

Scrivere è… la parola agli autori #6

Vincenzi Bonifacio

BVincenziBonifacio Vincenzi è nato a Cerchiara di Calabria e attualmente vive a Francavilla Marittima (CS). In più di trent’anni di attività letteraria ha curato diverse antologie poetiche e ha collaborato a quotidiani, settimanali e riviste specializzate. Ha diretto la rivista La colpa di scrivere e il quadrimestrale di letteratura Il Fiacre N. 9, edita da Aljon Editrice. Nel 1985 ha fondato Il Musagete – Istituto culturale della Calabria nell’ambito del quale ha ideato diverse rassegne letterarie e di arte contemporanea. Ricordiamo, per la Letteratura, il “Settembre culturale calabrese”, alla dodicesima edizione, e ancora “Variazioni sul tema”, “Aura – Prova d’emozione”, “I fuochi di Tomtor”, “La bella estate”, e moltri altri eventi. Per l’Arte, invece, l’itinerario artistico “Giano – Incontri con l’Arte e la Kultazione”. Ha fondato, inoltre, il Premio Letterario Nazionale di Calabria e Basilicata, il Premio Donna dell’anno e il Premio di lettura Hansel e Gretel. Dirige per Aljon Editrice la collana di poesia al femminile “Il roseto di Kisgas” e la collana di poesia “L’Agave”. Tra le sue publicazioni ricordiamo: quattro raccolte di liriche (ultima delle quali La tempesta perfetta, Aljon Editrice, 2009); il romanzo Arrivederci, Letizia! (Editrice Il Coscile, 2000); per sole donne, Un amore di carta (Aljon Editrice, 2011); il romanzo per ragazzi Kremena e la sfida del fuoco magico (Giovane Holden Editrice); per la Letteratura erotica, l’ebook Il nipote della vedova (Damster, Modena).

Con Panesi Edizioni ha pubblicato: Shakira – Uno sguardo dal cuore (2014) Shakira – Una mirada desde el corazón (2015) L’apprendista Babbo Natale (2014) The Santa Claus Apprentiece (2014) Testimone un cane e altri racconti (2015).

Bonifacio Vincenzi, nome importante tra le pubblicazioni di Kymaera Edizioni!

A Natale regalatevi una favola: Bonifacio Vincenzi torna a Kymaera con “L’apprendista Babbo Natale”

Rassegna stampa Shakira – Uno sguardo dal cuore

Rassegna stampa estera Shakira 

Rassegna stampa L’apprendista Babbo Natale

Rassegna stampa Testimone un cane e altri racconti

In tutte le librerie on line “Shakira – Uno sguardo dal cuore” del nostro Bonifacio Vincenzi!

“Shakira – Uno sguardo da cuore” su Sibarinet, a cura di Teresa Valastro

La scrittrice Lucia Gaddo Zanovello recensisce “Shakira – Uno sguardo dal cuore”

Eleonora Casula per “Shakira – Uno sguardo dal cuore”

Su Approdonews.it la recensione di Roberta Strano

La favola di Shakira, recensione a cura di Vittoriano Borrelli

A Radio Sapienza con Irene Candelori

“Shakira” sulla nota rivista di cultura Nuove Pagine

La recensione di Federica Iuso su Il Vasto

Recensione di Franco Dionesalvi per “Shakira – Uno sguardo dal cuore”

Luigi Franzese recensisce “Shakira – Uno sguardo dal cuore

Avrei qualcosa da dire… presenta Bonifacio Vincenzi (e Kymaera Edizioni)

Regalatevi il Natale!

Il “nostro” Babbo Natale su Patria Letteratura

Il nostro Babbo Natale su Libri e Parole

Cara Lilli… e L’apprendista Babbo Natale

La parola ai lettori – L’apprendista Babbo Natale

Nuove recensioni per L’apprendista Babbo Natale

Bonifacio Vincenzi intervistato da Che forte!

“L’apprendista Babbo Natale” su L’Approdo News

“L’apprendista Babbo Natale” su Nuove Pagine

Paola Pica recensisce “Shakira – Uno sguardo dal cuore”

“Babbo Natale” a “il mondo di Lena”-TgCom24/blog!

Rassegna stampa L’apprendista Babbo Natale

Bonifacio Vincenzi inaugura Afrodite, la nostra collana dedicata ai sentimenti e alle emozioni: “Testimone un cane e altri racconti”

TESTIMONE UN CANE E ALTRI RACCONTI: ‪amore‬ malato, vissuto intensamente, ‎paure‬, ‎tradimenti‬ e stranezze che invadono vite inquiete e solitarie

Teresa Valastro recensisce “Testimone un cane e altri racconti”

LiberoVolo recensisce “Testimone un cane e altri racconti” di Bonifacio Vincenzi

Uno scaffale di libri recensisce “Testimone un cane e altri racconti”

Testimone un cane e altri racconti sul Diario di una camionista per bene

Scrivere è… la parola agli autori #3

Zolezzi Mirella

Mirella ZolezziMirella Zolezzi vive a Riva Trigoso, Sestri Levante (Ge). Ha lavorato in un mondo di libri tra editoria e biblioteche scientifiche. La sua scrittura racconta storie di microcosmi che si aprono al mondo: l’emigrazione ligure con Via delle Americhe, il viaggio esistenziale di una ragazza degli anni ’60 attraverso Mara, una donna moderna, la marineria dei leudi con All’ombra del leudo, l’avventura tenera di un cane protagonista del suo racconto per bambini Cico si è perso nel bosco.

Con Panesi Edizioni ha pubblicato La Filanda nella realtà di Borzonasca e della Valle Sturla (2016).

Torna agli ebook

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continua a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi